Filtri

Saldatrici

10 prodotti

1 - 10 di 10 prodotti
Vedi
Saldatore Milwaukee M12 SI-0

No Batterie

Risparmi €40
Saldatrice Ora Sikuro 150
EMMETI STORE Saldatrice Ora Sikuro 150
€149 €189
Disponibile
Risparmi €3,10
Maschera saldatura FFgroup
FFGROUP Maschera saldatura FFgroup
€32 €35,10
Disponibile
Saldatore Milwaukee M12 SI-201C

Batterie Incluse — 1

Risparmi €4
Cannello Rothenberger Roflame 4 piezo
Risparmi €35,30
Saldatrice FFgroup DWM 200 PRO
FFGROUP Saldatrice FFgroup DWM 200 PRO
€322 €357,30
Disponibile
Risparmi €16,80
Saldatrice FFgroup DWM 140 EASY
FFGROUP Saldatrice FFgroup DWM 140 EASY
€147 €163,80
Disponibile
Risparmi €13
Saldatore Rothenberger Roxy Kit Plus e Maxigas 400
Risparmi €27
Saldatore Rothenberger Allgas Mobile Pro EU 7/16"
Risparmi €25,80
Saldatrice FFgroup DWM 160 PLUS
FFGROUP Saldatrice FFgroup DWM 160 PLUS
€237 €262,80
Disponibile

Ultimi prodotti visti

Saldatrici

Saldatura: procedimento 

È possibile distinguere tra saldatura autogena ed eterogenea, a seconda che venga utilizzano, o meno, materiale d’apporto.

Per realizzare la saldatura di due parti è necessario, anzitutto, preparare i due lembi che s’intende congiungere mediante un’operazione definita cianfrinata.

Di seguito, il giunto viene riscaldato, fino a fondere, realizzando l’unione dei due giunti. 

La temperatura che è necessario raggiungere per realizzare la fusione varia a seconda del procedimento impiegato. Il calore, infatti, può essere raggiunto mediante:

  • Fiamma, prodotta per combustione di un gas con aria o ossigeno;
  • Arco elettrico, formato tra due elettrodi;
  • Resistenza elettrica, ottenuta per effetto Joule al passaggio di una corrente attraverso i pezzi da saldare;
  • Laser a elevata potenza.

Saldatrici: tradizionali o a Inverter

Una saldatrice tradizionale è di dimensioni elevate, questo perchè ospita un molto grosso, mentre una saldatrice a Inverter si presenta come più flessibile, leggera e compatta e, di conseguenza, più facile da trasportare o da tenere a portata di mano, ad esempio, nel garage di casa.

In termini di funzionamento, la differenza sostanziale tra le saldatrici a Inverter e quelle tradizionali sta nel fatto che le prime sfruttano un circuito elettronico particolare che genera una corrente simile a quella continua, invece quelle tradizionali utilizzano normale corrente alternata.

Come scegliere una saldatrice

In primo luogo, è necessario tener conto delle proprie esigenze, del tipo di lavoro che s’intende eseguire e della frequenza con s’ipotizza di utilizzare la macchina.

Infatti, se la saldatrice sarà frequentemente adoperata, bisognerà prediligere un modello solido ed affidabile. Al contrario, se ne verrà fatto un uso saltuario, allora sarà sufficiente un modello più piccolo ed economico, comunque in grado di garantire un utilizzo efficiente.

In ogni caso, una buona saldatrice deve garantire sicurezza nell’utilizzo e quindi deve essere conforme alle normative vigenti.